Nuova banconota da 20£ dopo la Brexit

Dal 20/2 nel Regno Unito entrerà in circolazione la nuova banconota da 20 sterline (a sinistra). Su una faccia è disegnato il volto della regina Elisabetta; sull’altro lato è riprodotto l’autoritratto del pittore William Turner (1775-1851), oggi alla Tate di Londra, sullo sfondo di uno dei suoi dipinti più noti, La valorosa Téméraire, custodito alla National Gallery londinese. Le vecchie banconote saranno valide fino al 30/6. Per quanto riguarda la Brexit, si è parlato dell’ipotesi dell’obbligo del passaporto e del visto elettronico anche per i cittadini Ue che entreranno nel…

Read More

La Scozia vuole restare in UE

Il desiderio della Scozia è di “tornare nel Parlamento europeo come una nazione indipendente. E’ risaputo che la maggioranza degli scozzesi ha scelto di rimanere nell’Ue quando è stata fatta loro la domanda durante il referendum del 2016″. Così il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon durante un evento ospitato dallo European policy centre. “Stiamo lasciando l’Ue in un momento in cui non abbiamo mai beneficiato così tanto dell’Unione, in cui non c’è mai stato così tanto bisogno di Ue”, ha detto la premier. Riguardo alla crisi climatica, “la cooperazione con l’Ue migliora la…

Read More

Francesco: “A Londra ce l’ho fatta”

Francesco Fusaro, 35 anni, una laurea in Lettere e un sogno nel cassetto: lavorare nell’industria musicale. In Italia nessuna possibilità: emigra a Londra. E nel giro di qualche mese ottiene quello che aveva sempre sognato. Oggi è content specialist di YouTube Music e dj a Londra. “Amo il giornalismo e la musica: in Italia non sarei riuscito a viverci. A Londra ce l’ho fatta” Francesco Fusaro, 35 anni, una laurea in Lettere e un sogno nel cassetto: lavorare nell’industria musicale. In Italia nessuna possibilità: emigra a Londra. E nel giro…

Read More

Il Regno Unito lascia l’Unione Europea

brexit

Dopo mesi passati “sulla soglia”, adesso il Regno Unito è uscito davvero dall’Unione Europea. E se il 29 gennaio 2020 (con il voto dell’Europarlamento) segnerà una data storica nelle vicende continentali, gli effetti scriveranno righe importanti sulle pagine torinesi. Dal 31 gennaio, domani, la Ue perde il primo Paese nella sua “esistenza” (Londra aveva aderito nel 1973, 47 anni fa), ma soprattutto Torino perde – o quantomeno vede allontanarsi – un buon cliente, per non dire ottimo. E questo potrebbe complicare un po’ gli scambi futuri. Soprattutto se, entro la fine dell’anno, Gran Bretagna e Irlanda del…

Read More