Formentera. Non solo spiagge

Sono 8 anni che vado a Formentera. Tutti possono pensare che sia una meta banale o semplicemente di moda per gli italiani. Invece sull’isola ci sono posti incredibili dove si respira un’aria unica. Paesaggi mozzafiato immersi nel verde che danno su un mare blu e verde. Il periodo migliore per andare è giugno e settembre dove non si trovano migliaia di turisti e solo cosi si puo’ visitare in tranquillita’ l isola. Si puo’ girare per l unica strada che la attraversa in motorino che è il mezzo piu’ comodo e richiesto sull’isola.

Posti da visitare ce ne sono moltissimi. Il faro El Pilar de La Mola, il paesino dell’omonimo altopiano a 200 metri sul livello del mare. Le spiagge da visitare assolutamente sono Illetes, la Spiaggia di Migjorn e la spiaggia di Es Pujols che è frequentata anche dalle famiglie con bimbi. I fondali degradano dolcemente adatti quindi anche ai più piccoli. Da non perdersi assolutanente Cala Saona, per me la piu’ bella spiaggia e vista di tutta l’isola.

Il cibo non è nulla di particolare, direi europeo anzi italiano. i prezzi sono modici nelle piccole botteghe, 1 litro di acqua in bottiglia ad 1 euro o meno. Sicuramente una sera dovete passare al Chiringuito PirataBus che è considerato una vera e propria istituzione sull’isola: aperto negli anni ’70 dall’hippy tedesco, detto “il Pirata“. Consiglio di prendersi un motorino o quad, girare a caso tutta l ‘isola ed entrare in tutte le piccole vie che scendono verso le spiagge più piccole.